Armando Frescura
nasce a Domegge di Cadore il 2 agosto del 1921.
All’età di 13 anni inizia a lavorare presso la Safilo, dove apprende l’arte della realizzazione, rigorosamente a mano, degli occhiali.

Nel 1941 parte per il servizio militare e partecipa agli avvenimenti bellici della Seconda Guerra Mondiale dapprima sul confine Jugoslavo e successivamente in Libia ed Egitto, dove cade prigioniero. Dopo un periodo di prigionia in Algeria prima e in Marocco poi, viene imbarcato per gli Stati Uniti dove trascorre tre anni in un campo di concentramento nei pressi di Boston dove viene occupato come cameriere nella mensa ufficiali.
Alla fine del conflitto mondiale nel 1945, rientra in Italia e riprende subito il lavoro alla Safilo su richiesta dell’allora proprietario Guglielmo Tabacchi, dove viene impiegato nella realizzazione dei modelli di occhiali costituenti il campionario destinato ai rappresentanti.
Nel 1952 si reca a Firenze dove consegue, dopo un anno di studio presso la Scuola di Ottica di Arcetri, il diploma di ottico.

Ordine-lac

L’anno successivo, nel 1953, apre il primo negozio di ottica a Montebelluna in via Serena.

Poche attività vantano più di 60 anni di storia e la famiglia Frescura è orgogliosa di essere da sempre titolare di una di queste.

Ottici dal 1953 significa qualità, competenza e professionalità, ma non solo: implica anche la capacità di sapersi rinnovare nel tempo per soddisfare le nuove necessità dei clienti, anche dei più esigenti, con la professionalità dettata sia dall’esperienza sia dal continuo aggiornamento professionale e tecnologico.
L’attività avviata da Armando Frescura, portata avanti dalla figlia Maria Teresa e dal genero Paolo, prosegue ad oggi con la nipote Alessandra, la terza generazione di ottici.

Continua dunque la tradizione di un mestiere tutto al servizio del benessere visivo del cliente.